Comieco

Regole d'oro per una raccolta differenziata di qualità

Tanti gli errori ancora commessi quando si differenziano carta e cartone

Da uno studio Ipsos-Comieco emerge che 1 italiano su 2 getta nella differenziata gli scontrini, mentre il 27% degli intervistati, sbagliando, manda alla differenziata la carta sporca di cibo (31% nel 2009), i giornali ancora avvolti nella plastica (25%) e i fazzoletti di carta (17%). Piccoli errori che, se opportunamente modificati, garantirebbero comunque un incremento della qualità della raccolta.
Ecco allora alcune poche regole per assicurare un riciclo d’eccellenza grazie ad una raccolta differenziata di qualità.

Cosa si puo’ avviare a riciclo?
Carta: sacchetti, giornali, riviste, libri, quaderni, opuscoli e fogli in genere.
Cartone: scatole, scatoloni e cartoni per bevande (come latte e succhi di frutta)
Cartoncino: confezioni come quelle di riso, pasta, sale e altri alimenti, quelle del dentifricio e altri prodotti per l’igiene personale e per l’igiene della casa.


10 REGOLE PER UNA RACCOLTA VINCENTE E DI QUALITÀ

1. Solo carta e cartone: no a nastri adesivi, punti metallici e altri materiali non cellulosici (come ad esempio il film di plastica che avvolge le riviste).
2. Appiattisci le scatole e comprimi gli scatoloni.
3. Non abbandonare carta e cartone fuori dai contenitori per la raccolta differenziata.
4. Non buttare con la carta il sacchetto di plastica.
5. No a carta e cartone con residui di cibo: compromettono il buon riciclo (ad esempio il cartone della pizza puoi dividerlo: la parte pulita va nella raccolta della carta; quella sporca, ridotta in piccoli pezzi, va nella raccolta dell'umido. In assenza dell'umido, nell'indifferenziato).
6. No ai fazzoletti di carta usati: sono quasi tutti anti-spappolo e quindi difficili da riciclare.
7. No agli scontrini: i più comuni sono fatti con carte termiche e generano problemi nel riciclo.
8. No alla carta oleata (ad edempio carta per affettati, formaggi e focacce).
9. No alla carta sporca di terra o di sostanze chimiche (come ad esempio vernici, solventi etc.) perché contamina la carta buona da riciclare.
10. Segui sempre le istruzioni del tuo Comune per fare correttamente la raccolta differenziata.


Fare la bene raccolta differenziata di carta e cartone conviene a tutti.
Ecco perché:

- fa bene all’ambiente: si sottrae materiale prezioso alle discariche.
- fa bene all’aria: come se ogni anno tutte le auto si fermassero per una settimana.
- fa bene all’economia: dal ‘99 al 2013 il saldo positivo del sistema Comieco è circa 4,8 miliardi di euro.
- fa bene alla creatività
: con carta e cartone riciclati si fanno anche mobili, gioielli e opere d’arte.

Scopri i nemici del riciclo e tutte le attività che Comieco propone sull'agenda e facebook.

© Comieco. All rights reserved. P.IVA: 12303950153 credits