Comieco

Hanno coordinato il progetto

Michele De Lucchi

 


Foto di Giovanni Gaste

Michele De Lucchi
, Architetto. È stato tra i protagonisti di Alchimia e Memphis. Ha sviluppato lampade e arredi per le più importanti industrie italiane, come Artemide, Olivetti, Alias, Unifor. Ha ristrutturato edifici per Enel, Olivetti, Piaggio, Poste Italiane, Telecom Italia, Zambon. Ha realizzato progetti architettonici in Italia e nel mondo, tra cui edifici residenziali, industriali, direzionali e culturali. Ha curato molti allestimenti di mostre d’arte e design e progettato edifici per musei.
Il lavoro professionale è stato sempre accompagnato dalla ricerca personale sui temi della tecnologia e dell’artigianato. Nel 1990 ha creato Produzione Privata, nel cui ambito disegna prodotti che vengono realizzati impiegando tecniche artigianali. Dal 2004 scolpisce “casette” in legno con la motosega per cercare l’essenzialità della forma architettonica. Una selezione dei suoi oggetti è esposta nei più importanti musei del mondo. Attualmente sono in costruzione numerosi suoi progetti per la città di Milano: Padiglione Zero, Expo Center e Padiglione Intesa Sanpaolo per Expo Milano 2015, Unicredit Pavilion in piazza Gae Aulenti e il nuovo allestimento museografico della Pietà Rondanini.



Andrea Kerbaker

 
Andrea Kerbaker (
Milano, 1960), studi umanistici, è autore di numerosi libri di narrativa e saggistica. I più recenti, Lo scaffale infinito e Breve storia del libro (a modo mio), editi da Ponte alle Grazie, sono dedicati alle molteplici storie dei libri, così come i suoi articoli per il supplemento domenicale del Sole-24 Ore. Al di là della scrittura, ha lavorato per vent’anni nella comunicazione e nell’organizzazione culturale dell’industria privata, prima alla Pirelli e poi in Telecom. Oggi ha fondato una società per la valorizzazione del patrimonio culturale e sociale di istituzioni e aziende, tema al centro del suo corso di Istituzioni e Politiche Culturali all’Università Cattolica di Milano e degli editoriali per il Corriere della Sera.
Ha aderito con grande entusiasmo al progetto Doggy Bag anche se, per la teutonica educazione ricevuta nella sua infanzia e adolescenza, ha l’ottima abitudine di non lasciare neanche un grammo dei cibi che gli vengono serviti.














© Comieco. All rights reserved. P.IVA: 12303950153 credits