A Pordenone la prima adunata green degli Alpini

Il 09/05/2014

  • Pordenone

Per la prima volta, un evento sostenibile a basso impatto ambientale, trasformerà i rifiuti in risorse grazie all’impegno di Gea e del Sistema Conai-Consorzi Isole ecologiche per la raccolta differenziata, una capillare campagna di comunicazione, l’utilizzo esclusivo di stoviglie e bicchieri usa e getta biodegradabili, un “contatore ambientale” di misurazione dell’impatto della manifestazione, una app gratuita con tutte le indicazioni per la raccolta differenziata e i 100 Angeli del riciclo.

Ecco come verranno gestite le quantità di rifiuti che la città di solito raccoglie in un mese, in collaborazione con il CONAI e i Consorzi di filiera (CiAl, COMIECO; COREPLA, COREVE, Ricrea, Rilegno).
L’iniziativa, che parteciperà il prossimo 10 maggio a Let’s Clean Up Europe Day, la campagna europea contro il littering e l’abbandono di rifiuti, è stata indicata dal Ministero dell’Ambiente come una delle azioni più importanti della giornata.

Presso gli (attendamenti) accampamenti e gli alloggi collettivi verranno predisposte delle vere e proprie isole ecologiche, per la raccolta del rifiuto organico, del vetro, del cosiddetto multimateriale (carta e cartone, lattine ed altri imballaggi in metallo, imballaggi in plastica e in legno) e, infine, del rifiuto secco residuo. Nel centro della città verranno posizionati due diversi tipi di contenitori. Contenitori rossi (con dentro un sacco in mater-bi) per raccogliere il rifiuto organico e il rifiuto biodegradabile e azzurri destinati al rifiuto riciclabile multimateriale, con sacco anch’esso azzurro. Il rifiuto non riciclabile dovrà essere conferito in trespoli reggisacco in acciaio, con sacco di colore nero, volutamente anonimi per sottolineare la diversa importanza tra i materiali riciclabile e quelli, invece, destinati alla discarica.

Questi contenitori verranno anche collocati nelle zone periferiche della città, nei punti in cui potranno sorgere particolari necessità.

Per quanto riguarda invece il centro della città, dove affluirà il maggior numero di partecipanti alla manifestazione e dove si concentreranno le attività commerciali e i punti di ristoro, la raccolta dovrà tener conto delle difficoltà connesse alla viabilità dei mezzi e alla presenza della folla durante tutto l’arco della giornata. Il Comune di Pordenone, coerentemente con le altre iniziative, ha introdotto l’obbligo dell’utilizzo di stoviglie usa e getta in materiale compostabile a tutti coloro che somministreranno cibo e bevande con contenitori monouso. Questa decisione renderà molto semplice e immediato fare la raccolta differenziata, perché permetterà un facile conferimento da parte dei gestori e degli avventori (piatti, posate, bicchieri, salviette e resti di cibo verranno conferiti in un unico contenitore per la raccolta del rifiuto organico – biodegradabile), Novamont, la società leader nella produzione di bio-plastiche e partner del Comitato Organizzatore dell’Adunata, supporterà la manifestazione attraverso la fornitura di sacchetti in materiale compostabile per la raccolta del rifiuto organico e delle stoviglie biodegradabili.

Valore aggiunto dell’intera operazione sarà dato dalla presenza degli “Angeli del Riciclo”, 100 giovani appositamente selezionati e formati, che non solo accoglieranno ed informeranno sulle corrette modalità della raccolta, ma coadiuveranno anche gli operatori di GEA nelle operazioni stesse di svuotamento dei contenitori e di supporto alla cittadinanza. Si tratta di un’iniziativa unica nel suo genere, che permetterà a 100 ragazzi del territorio di partecipare attivamente all’Adunata, contribuendo al suo successo.

Per poter valutare i benefici ambientali generati dalla corretta gestione dei rifiuti, in particolare di imballaggio è stato predisposto un contatore ambientale che quantificherà l’impatto ambientale evitato rispetto al conferimento del rifiuto in discarica. Si tratta di un progetto sperimentale che misurerà l’impatto delle diverse fasi di raccolta, selezione e recupero dei rifiuti, fornendo un’indicazione sui risparmi di emissioni, acqua, energia, ecc. ottenuti.”



I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info