19/02/2020

Agevolazioni economiche dal MISE per progetti di ricerca e sviluppo e transizione all'economia circolare

Il Ministero dello Sviluppo Economico mette a disposizione finanziamenti agevolati per le imprese italiane per favorire, da un parte, la transizione del settore manifatturiero verso il paradigma dell’economia circolare e dall'altra la riconversione di processi produttivi sempre nell'ambito dell'economia circolare.

Mi.S.E. - Bando Macchinari Innovativi
Il Decreto ministeriale 30 ottobre 2019 (GURI n. 297 del 19 dicembre 2019) definisce il nuovo intervento agevolativo a sostegno di investimenti innovativi nelle Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia).

I beneficiari dell’agevolazione sono le PMI ed anche le reti d’impresa.

Il Bando agevola programmi, di importo minimo di 400 mila euro e massimo 3 milioni di euro e durata massima di 12 mesi dalla data di concessione, finalizzati allo svolgimento di attività manufatturiere o di attività di servizi alle imprese che prevedano l’acquisizione di sistemi, soluzioni, tecnologie abilitanti afferenti il piano Impresa 4.0 e/o che favoriscano la transizione dell’impresa verso il paradigma dell’economia circolare.

Tra i costi ammissibili alle agevolazioni vi sono macchinari, impianti, attrezzature e programmi informatici e licenze correlati all’utilizzo dei beni materiali.

L’agevolazione consiste in un intervento pari al 75% delle spese sostenute così articolato:
  • per le piccole imprese, 35% Contributo Fondo Perduto e 40% Finanziamento agevolato;
  • per le medie imprese, 25% Contributo Fondo Perduto e 50% Finanziamento agevolato.
La parte rimborsabile va restituita in un periodo della durata massima di 7 anni, senza alcun interesse e senza garanzie.

Dotazione finanziaria complessiva è di 265 Milioni di euro.
Attualmente si attendono i successivi provvedimenti del Ministero con cui verranno stabilite le modalità operative per la presentazione delle domande.



Mi.S.E. – Progetti di R&S per la riconversione dei processi produttivi nell’ambito dell’economia circolare

Il Decreto crescita (dl n. 34, 30 aprile 2019, convertito con l n. 58, 28 giugno 2019), stanzia 140 milioni di euro per progetti di R&S per la riconversione dei processi produttivi nell’ambito dell’economia circolare.

I beneficiari sono le imprese e organismi di ricerca, anche congiuntamente tra loro fino ad un massimo 3 soggetti.

Il Bando agevolerà progetti di R&S finalizzati alla riconversione produttiva delle attività economiche attraverso la realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi, tramite lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali Key Enabling Technologies (KETs), relative a:
innovazioni di prodotto e di processo in tema di utilizzo efficiente delle risorse e di trattamento e trasformazione dei rifiuti, compreso il riuso dei materiali in un’ottica di economia circolare o a «rifiuto zero» e di compatibilità ambientale (innovazioni eco-compatibili);
progettazione e sperimentazione prototipale di modelli tecnologici integrati finalizzati al rafforzamento dei percorsi di simbiosi industriale;
sistemi, strumenti, metodologie per lo sviluppo delle tecnologie per la fornitura, l’uso razionale e la sanificazione dell’acqua;
strumenti tecnologici innovativi in grado di aumentare il tempo di vita dei prodotti e di efficientare il ciclo produttivo;
sperimentazione di nuovi modelli di packaging intelligente (smart packaging) che prevedano anche l’utilizzo di materiali recuperati;
sistemi di selezione del materiale multileggero, al fine di aumentare le quote di recupero e di riciclo di materiali piccoli e leggeri.

Il progetto deve prevedere un importo minimo di 500 mila euro e massimo di 2 milioni di euro; una durata tra i 12 e 36 mesi.

Le agevolazioni consistono in un contributo a fondo perduto tra il 10% e il 20% a seconda delle dimensioni dell’imprese e un finanziamento agevolato di Cassa Depositi e Prestiti pari al 50% condizionato dalla presenza di un finanziamento bancario ordinario che copra almeno il 20% del costo ammissibile del progetto.

Attualmente si attendono i provvedimenti del Ministero.

Si ringrazia Value Service SpA per le informazioni - per maggiori informazioni: https://www.mise.gov.it/
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info