26/05/2011

Al Politecnico di Milano Bovisa il primo concerto in carta e cartone

La mostra, composta da 50 modellini, 50 bozzetti e 20 installazioni, è stata realizzata da 140 studenti del corso di scenografia.

Il concerto, scritto e diretto dal Maestro Enrico Intra - una prima mondiale assoluta - va in scena alle ore 20,00 presso l'Aula Carlo de Carli. Ingresso Libero.

Tutto è musica” affermava John Cage, noto compositore statunitense. Anche la carta, ormai affermata materia prima per artisti di valore che questa volta, grazie anche al contributo di Comieco, interpreta il suono in tutte le sue particolari sfumature: la carta velina come flauto, ad esempio, o la carta vetrata come rullante della batteria.

Il Concerto di Carta – “Avec Papier” scritto e diretto dal Maestro Enrico Intra con la partecipazione di 7 percussionisti della Scuola Civica di Jazz di Milano, 7 neofiti percussionisti del Politecnico e del coro degli studenti del Politecnico, a cui si aggiungeranno la voce di Luana Tallarita e le coreografie e la danza di Irene Stellini – celebra la conclusione del workshop “Sans Papier/Sons Papier”, concorso di idee pensato ed organizzato dal prof. Gabriele Amadori con il contributo di Comieco, all’interno del corso di Scenografia del Politecnico di Milano Bovisa, Facoltà di Architettura civile.

La ‘metamorfosi della materia’, della carta, è il filo conduttore di tutto il percorso, che culmina in una mostra/evento finale – in programma all’interno del Campus Bovisa dal 30 maggio al 14 luglio 2011 – in cui lo stesso allestimento si trasforma in un’unica, grande “opera d’arte”: la carta prenderà varie forme, attraverso ventiquattro opere pittoriche su carta fatta a mano e prototipi in cartone di opere di artisti di chiara fama come, per citarne alcuni, Spagnulo, Nitti, Aricò, Cantoni, Amadori, Glajcar, e tutte insieme modificheranno la struttura degli spazi, come un “virus estetico”, trasformando la percezione degli ambienti dell’università stessa.

“Sans Papier, Sons Papier” è l’ultimo degli appuntamenti di ‘Milano di Carta’, un percorso ideale proposto da Comieco che, dal 6 aprile al 30 maggio, vede la carta protagonista di una serie di iniziative molto originali e uniche nel loro genere a base di musica, arte e design grazie a sinergie creative che Comieco ha attivato con diversi partner culturali. Fino al 29 maggio è anche aperta la mostra “Vivere e Pensare in carta e cartone, tra Arte e Design”, in programma presso il Museo Diocesano.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info