21/10/2015

Al via la seconda edizione del premio “Sterminata Bellezza”

Legambiente, in collaborazione con Comieco, Symbola, Consiglio nazionale degli architetti ha presentato la seconda edizione del Premio “Sterminata Bellezza”, il riconoscimento alle esperienze, gesti e oggetti che valorizzano la bellezza del nostro Paese.

Tre sono le sezioni dei premi: bellezza dei gesti, dei luoghi e degli oggetti, al quale possono partecipare enti pubblici, fondazioni, imprese no profit e low profit, associazioni, comitati, organizzazioni di volontariato, società di persone, organizzazioni non governative e Onlus, ma anche cittadini italiani e stranieri, in forma singola o associata con invito particolare a tutti quei liberi professionisti, progettisti e studi di progettazione che concorrono a generare nuova bellezza, residenti o domiciliati in Italia, che abbiano compiuto i 18 anni di età.

Legambiente afferma che «Il bando vuole individuare e valorizzare esperienze e idee che abbiano caratteristiche trasversali capaci di avviare processi innovativi e di andare a ridefinire la qualità dei contesti ambientali, sociali ed economici degli specifici territori di appartenenza, generando benessere e accrescimento culturale, occupazione, tutela dei beni comuni, solidarietà. Nello specifico: la bellezza dei gesti, che valorizza esperienze ed idee di solidarietà sociale, di impegno civico e di promozione culturale finalizzate al miglioramento della qualità della convivenza, della coesione territoriale e di stili di vita rispettosi dell’ambiente; la bellezza dei luoghi, che valorizza esperienze ed idee di riqualificazione e riuso dei territori degradati, di custodia e cura dei luoghi, di miglioramento estetico ed ambientale degli spazi urbani ed extraurbani e degli spazi pubblici che hanno particolari finalità sociali; la bellezza degli oggetti, che valorizza le produzioni e le idee legate ad oggetti specifici o servizi innovativi che nascono da una creatività individuale o collettiva e/o dalla capacità di utilizzare saperi tradizionali per rispondere a situazioni problematiche e a bisogni diffusi».

La giuria, composta da Vittorio Cogliati Dezza, Presidente Nazionale Legambiente, Leopoldo Freyrie, Presidente dell’Ordine Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, Ermete Realacci, Presidente Fondazione Symbola e Carlo Montalbetti, Direttore Generale Comieco, valuterà i progetti candidati (che dovranno pervenire entro il 23 novembre 2015).

I casi e le idee selezionati saranno presentati pubblicamente durante la cerimonia di premiazione che si terrà 9 dicembre a Milano, città simbolo del cambiamento e della rigenerazione urbana. Per ogni sezione verranno premiati tre progetti cui verrà concesso l’uso del logo del premio e la promozione del loro caso/idea all’interno delle iniziative e attraverso i mezzi di comunicazione dei soggetti promotori del premio.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info