01/09/2010

Carta e cartone: in Piemonte cresce la raccolta differenziata

In Piemonte sono state raccolte nel 2009 oltre 347.000 tonnellate di carta e cartone con un procapite di 80 kg/ab. E’ quanto emerge dal XV Rapporto sulla Raccolta Differenziata di Carta e Cartone pubblicato da Comieco.

Grazie all’incremento delle quantità raccolte (+ 28.000 tonnellate), il Piemonte ha aumentato le sue performance dell’8,8 % rispetto al 2008” ha dichiarato Carlo Montalbetti, Direttore Generale di Comieco.

Le provincie vantano tutte una media di raccolta procapite superiore a quella nazionale (pari a 52,6 kg/ab) fatta eccezione per Vercelli. In particolare, da segnalare l’ottima performance
della provincia di Torino che con 86,3 kg/ab si piazza al primo posto seguita da Alessandria (85,9 kg/ab); Cuneo (79,8 kg/ab); Novara (78,1 kg/ab); Verbania (74,8 kg/ab); Asti (61,7 kg/ab); Biella (58,8 kg/ab) e Vercelli (38,7 kg/ab).
A livello comunale, a Torino nel 2009 sono state raccolte circa 66.000 tonnellate di carta e cartone pari a 73,4 kg/ab di media procapite.

I risultati ottenuti con la raccolta differenziata hanno consentito ai Comuni della regione di beneficiare anche di notevoli vantaggi economici: “Solo nel 2009 il sistema Comieco ha trasferito ai Comuni del Piemonte più di 8,4 milioni di euro come corrispettivo per i servizi di raccolta differenziata ” ha spiegato Montalbetti.
Ma non è tutto.

Fare la raccolta differenziata significa anche maggiori benefici in termini economici (per i mancati costi di discarica, ad esempio), ambientali (mancata produzione di CO2) ma anche sociali (nuovi posti di lavoro connessi al riciclo).
Negli ultimi 11 anni in Piemonte, grazie alla raccolta differenziata i benefici ottenuti sono stati di circa 396,2 milioni di euro” – ha concluso Montalbetti.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info