19/11/2006

Cartoniadi, la sfida della raccolta

INIZIATIVA—Dal 21 giugno sette squadre in gara. Il premio andrà
in beneficenza
Cartoniadi, la sfida della raccolta
«Caccia» a carta e cartone: 15mila euro in palio per il quartiere più bravo
Dal 21 giugno Parma ospita le Cartoniadi, vere e proprie olimpiadi della raccolta di carta,cartone e cartoncino. Sarà una «sfida all'ultimo foglio» che coinvolgerà l'intera città: sette squadre, rappresentative dei diversi quartieri (raggruppati per motivi organizzativi secondo lo schema delle «vecchie» circoscrizioni), «si affronteranno» fino al 10 luglio. Il quartiere che in quella ventina di giorni avrà raccolto più carta, cartone e cartoncino (ma attenzione: non in valore assoluto ma pro capite; il calcolo sarà dunque fatto in relazione dunque al numero degli abitanti) si aggiudicherà un premio di 15mila euro, da destinare a associazioni di volontariato, cooperative sociali e altre realtà solidaristiche del territorio.
Come avverrà la raccolta? Nei modi consueti. I cittadini dovranno conferire i loro rifiuti cartacei nei contenitori in cui li portano abitualmente; gli operatori di Amps Ambiente provvederanno poi alla raccolta e alla misurazione, che terrà conto di diversi fattori. Accanto all'Amps, nella «squadra» degli organizzatori, il Comieco (Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica) e il Comune (Assessorato Mobilità e Ambiente).
«Si tratta di un'iniziativa importante, anche perché va nella direzione della sensibilizzazione e dell'incentivazione alla raccolta differenziata. A questo si aggiunge lo scopo benefico: il binomio ambiente e volontariato è altamente  significativo», ha spiegato ieri al Duc l'assessore comunale all'Ambiente Pietro Vignali, con cui ha concordato il delegato del sindaco al Decentramento Massimo Pinardi: «Quella della raccolta differenziata è una sfida di civiltà e progresso. Ben vengano strumenti anche creativi e dinamici come questa competizione, cui i quartieri hanno aderito in maniera convinta e attiva». Sensibilizzazione, dunque, come passo essenziale per stimolare a comportamenti virtuosi. «Quello dei rifiuti è un tema epocale: cercare insieme, attraverso modalità moderne, di affrontarlo nel migliore dei modi rappresenta secondo me uno dei sintomi del più grande livello di civiltà che si possa immaginare», ha commentato il presidente di Amps Andrea Allodi, mentre il presidente di Amps Ambiente Claudio Ferrari ha aggiunto: «La raccolta differenziata ha bisogno della partecipazione dei cittadini: iniziative concrete come questa fanno capire loro la sua importanza».
Parma è la prima città coinvolta in toto dalle Cartoniadi, per le quali è stata scelta anche in virtù dei suoi ottimi dati in materia di raccolta differenziata della carta. «Abbiamo pensato che queste Cartoniadi potessero essere anche un riconoscimento per la città e i suoi abitanti – ha detto il direttore generale di Comieco Carlo Montalbetti -. Già oggi la quota pro capite annua di carta, cartoncino e cartone raccolti a Parma è di 46 chili: con le Cartoniadi ci poniamo l'obiettivo di passare da 46 a 49».
Lisa Oppici
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info