Quali requisiti sono richiesti all'imballaggio per essere ecologicamente competitivo in Europa?

 

Comieco mette a disposizione delle aziende il documento “Criteri per l'assegnazione del marchio comunitario di qualità ecologica – Ecolabel” che recepisce le indicazioni dettate dalla normativa relativa al marchio Ecolabel dell'Unione europea al fine di evidenziare le informazioni utili per adeguare la produzione di beni e imballaggi agli standard minimi individuati da un marchio ecologico comunitario che negli ultimi anni ha registarto una forte diffusione anche nel nostro Paese. L’Italia si posiziona al terzo posto in Europa per numero di licenze acquisite dietro Francia e Germania e al secondo posto rispetto al numero complessivo di prodotti certificati dietro alla Spagna.

“Ecolabel è un’etichetta volontaria che si basa su criteri selettivi e scientifici che misurano gli impatti ambientali lungo il ciclo di vita del prodotto."

Il materiale riportato nel documento di Comieco, aggiornato periodicamente dal 2007 con ultimo aggiornamento Marzo 2020, è estrapolato dalla normativa di riferimento in corso di validità e fornisce un focus sui requisiti richiesti agli imballaggi dei prodotti etichettati Ecolabel (là dove presenti).

Il produttore impegnato nella produzione sostenibile ha quindi a disposizione i criteri ambientali individuati dallo schema Ecolabel, utili come riferimento nella costruzione della competitività ambientale dei suoi prodotti e imballaggi e nella transazione verso l’economia circolare.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info