19/03/2009

Da scuola a "Ecoscuola": allo studio un decalogo

Un decalogo per l’ambiente elaborato dalle scuole lombarde, per le scuole lombarde: questo l’obiettivo del concorso “Per il Manifesto dell’Ecoscuola”, promosso da Comieco e Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia.

In palio, un montepremi totale di 6.000 euro, che Comieco destinerà alle tre scuole vincitrici.

Entro il 30 aprile 2009, studenti, insegnanti, dirigenti e personale amministrativo di tutte le scuole lombarde sono chiamati a proporre le 10 aree di intervento per il miglioramento dell’impatto ambientale dei rispettivi istituti scolastici.

Sulla base di questi suggerimenti verrà redatto il “Manifesto dell’Ecoscuola”, che sarà poi proposto a tutte le scuole della Lombardia.

Il bando del concorso è disponibile sui siti di Comieco (www.comieco.org) e USR (www.istruzione.lombardia.it)

“Riduzione degli sprechi” è la parola d’ordine.
Per quanto riguarda ad esempio la carta, una risorsa tanto utilizzata a scuola quanto insufficiente, le aree di miglioramento possono contemplare l’utilizzo di carta riciclata o di seconda mano, la digitalizzazione di archivi e procedure, l’ottimizzazione della raccolta differenziata di carta e cartone all’interno dell’istituto (valutando ad esempio la miglior localizzazione dei bidoni per la raccolta e promuovendone la pratica con la formazione).

Gli ambiti in cui le scuole possono contribuire al miglioramento della qualità dell’ambiente sono comunque numerosi.
Comieco e l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia mettono a disposizione diversi spunti didattico-formativi utili per l’individuazione degli indicatori intorno ai quali elaborare il Manifesto.

Il percorso che porterà le scuole all’elaborazione del decalogo avrà comunque, indipendentemente dall’esito del concorso, indubbi e duraturi vantaggi in termini educativi, di efficienza e di sostenibilità.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info