01/04/2005

Gare, bonus, sconti - La via creativa ai rifiuti

Da Sarzana a Roma i Comuni si danno da fare tra ricicli e isole ecologiche

DI ALINA LOMBARDO

Olimpiade dei tappi. Ovvero, come intercettare tonnellate di tappi di bottiglia in plastica, alluminio, acciaio e sughero. dirottarli dalla discarica al centro raccolta differenziata e trasformarli in pozzi che daranno acqua al cuore arido della Tanzania. Fantasie? No, è la sorte che tocca ai tappi a Sarzana. Una buona sorte, a giudicare dai risultati: «Grazie al coinvolgimento delle scuole del Comune (17 in tutto, dalle materne alle superiori, ndr) abbiamo raccolto oltre 12 tonnellate di tappi per un valore di circa tremila euro. Somma che daremo al Centro mondialità sviluppo reciproco, ong di Livorno, per realizzare pozzi che garantiscano l'accesso all'acqua potabile a 27 villaggi della regione di Dodoma, in Tanzania». È soddisfatto Vito Cani, assessore all'Ambiente di Sarzana, dall'esito dell'olimpiade dei tappi. Talmente soddisfatto da voler replicare l'esperienza con le «Ercoliadi, ossia le 12 ecofatiche di Ercolino», una per ogni rifiuto che non può essere differenziato con il normale sistema di raccolta e che, quindi, andrebbe portato nei centri. E di conseguenza, viene regolarmente abbandonato nelle microdiscariche che incorniciano i confini di molti centri abitati (parliamo di batterie e pile esauste, pneumatici, piccoli elettrodomestici ecc.).
Partita in questi giorni, l'iniziativa si rivolge a studenti e famiglie, che a ogni consegna riceveranno punti e buoni sconto, e alle scuole che concorreranno all'assegnazione del premio finale (con i punti) e potranno acquistare materiale didattico (con i buoni sconto). Le Ercoliadi, che nascono dalla collaborazione tra Comune, Provincia di Spezia, Ente Parco Montemarcello-Magra, Acam e grande distribuzione (Ipercoop e Brico Io), si concluderanno nel 2006 con la premiazione della scuola che avrà totalizzato il punteggio più alto.
L'idea sarzanese della «gara olimpionica» non è unica. Anche Roma ha appena concluso le sue Cartoniadi, gara nazionale della raccolta di carta e cartone che, dopo la prima tappa capitolina, coinvolgerà Udine e Palermo. Trieste e Napoli in una competizione tra quartieri, circoscrizioni e municipi. Con premi decisamente interessanti: a Roma, ai primi tre classificati (i municipi VII, XVIII e III) la società di raccolta e trasporto Ama offre 50 mila euro in lavori straordinari, somma a cui Comieco (Comitato per l'imballaggio ecologico) aggiunge 100mila euro per il primo classificato e 25 mila per il secondo.
E non finisce qui. È alto il numero delle amministrazioni locali che puntano sulla diffusione della raccolta differenziata per fronteggiare il problema rifiuti. E non tutti scelgono il filone olimpionico. A Bologna, per esempio, il Comune, la società di servizi ambientali Hera e i sindacati confederali e dei pensionati hanno siglato un protocollo che prevede di regalare ai residenti sopra i 65 anni un'assicurazione contro scippo, rapina, estorsione, furto, per un massimale di 120 euro a sinistro, che diventano 500 euro nel giorno di ritiro della pensione. In cambio, gli assicurati dovranno fare la raccolta differenziata dei rifiuti, sensibilizzare i vicini di casa e segnalare le situazioni critiche di igiene urbana. Partita nel 2002 in tre quartieri della città, nel 2005 l'iniziativa coinvolgerà tutti gli over 65: circa 100 mila residenti, pari a 75 mila nuclei familiari.
Ancora: nei comuni di Grottaglie e Palagiano, nel tarantino, e Palazzo San Gervasio (Potenza) per favorire l'utilizzo delle isole ecologiche (uno dei modi di chiamare i centri per la raccolta differenziata), la società di servizi ambientali Sarveco ha ideato «L'isola delle donne», dove isola sta per isola ecologica. e donna sta per signora che, recandosi all'isola ecologica con i rifiuti correttamente differenziati, riceve un bonus di 50 punti sulla sua green card. Punti che, come ogni raccolta che si rispetti, danno diritto a sconti su determinati acquisti o sulla tariffa rifiuti. Ricco il calendario delle promozioni: dopo «L’isola delle donne» seguiranno «Lascia e raddoppia», raddoppio dei punti sulla green card per i rifiuti in plastica e carta selezionati e portati all'isola ecologica (1 aprile-31 maggio), e «Chi porta un amico, trova un tesoro», bonus sulla green card per chi presenta all'isola ecologica un amico che non c'era mai stato prima (1-30 giugno). Scopi di questa, come delle altre iniziative, sono la diffusione della conoscenza e dell'uso dei centri per la raccolta differenziata per ottenere un maggior controllo sul ciclo dei rifiuti, la riduzione dell'impatto ambientale, il perseguimento di un risparmio economico per la collettività.
Centreranno l'obiettivo? Il rischio che l'aspetto della gara o dell'incentivo possa agire su leve che poco hanno a che fare con la coscienza ecologica c'è. Ma, se non altro, danno il segnale che tra la lentezza di politiche nazionali adeguate e l’ostilità dei più verso discariche o inceneritori, qualcosa si muove.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info