06/08/2010

Il futuro in una scatola: Comieco 1985/2010

Nei 25 anni di storia di Comieco, oltre all’affermarsi della raccolta differenziata comunale, sono stati raggiunti molti altri traguardi: dal conseguimento degli obiettivi europei di riciclo degli imballaggi, alla conquista dell’indipendenza dall’estero per l’approvvigionamento dei maceri essenziali per la filiera cartaria del riciclo.

Il 25esimo anniversario di Comieco è stato ricordato in un'audizione presso la Commissione Ambiente del Senato alla quale hanno partecipato il Presidente di Comieco, Piero Attoma il Direttore Generale, Carlo Montalbetti.

"Nel 1980, pochi anni prima della nascita di Comieco, in Italia si producevano 14 milioni di tonnellate di rifiuti urbani, la raccolta differenziata era al 2% e, nello specifico, la raccolta differenziata comunale di carta e cartone era pari a 120 mila tonnellate.” commenta Piero Attoma, Presidente di Comieco. “Oggi, i Comuni convenzionati con Comieco sono ben 6.482 (80% sul totale) e coinvolgono quasi il 90% dei cittadini italiani; sui circa 32 milioni di rifiuti urbani prodotti, la raccolta differenziata si attesta al 35%. La sfida per il futuro, per quanto riguarda la carta e il cartone, è ora la qualità della raccolta.”

"La raccolta differenziata e il riciclo rappresentano la strada maestra per la soluzione della problematica rifiuti, come indicato anche dalla nuova direttiva europea in via di recepimento nel nostro Paese”, ha concluso Antonio D’Alì, Presidente XIII Commissione Ambiente, Territorio, Beni ambientali del Senato. “Grazie all’impegno di Comieco, che da 25 annilavora in sinergia con la Pubblica amministrazione, le imprese e la cittadinanza, la raccolta differenziata di carta e cartone rappresenta oggi una consolidata realtà del nostro Paese. A Comieco va il mio apprezzamento per aver pioneristicamente creduto nel valore, non solo ambientale ma anche economico, della raccolta differenziata e del riciclo, le cui politiche vanno sicuramente implementate  anche per colmare il gap che ancora separa alcune realtà meridionali dal resto del paese
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info