Secondo incontro Designer for a good future

Il 27/03/2012

  • mappa

  • Design Library, Via Savona 11 Milano

Durante il secondo appuntamento di DESIGNERS FOR A GOOD FUTURE, in programma il prossimo 27 marzo dalla 18.30 alla 20.30 a Design Library, Via Savona 11, la riflessione di Gadi Sassoon aka Memory9 e Igor Muroni sul suono della città eco-positiva sarà accompagnata da una bella esposizione di:

Fabrizia Zorzenon, architetto e designer, espone la sua Imiss, sedia in cartone ondulato. La forma di Imiss trae ispirazione dal design modernista degli anni Venti e ripensa alla Barcellona di Mies per ricreare un intreccio di linee armoniche che nobilitano la materia povera del cartone. Una citazione destinata a diventare segno, una forma pura ed essenziale che svela attraverso la sua sorprendente semplicità l’estetica intima del cartone ondulato.

Andrea Brugnera, industrial designer, ha sviluppato nel tempo un particolare interesse per una progettazione attenta ai valori della sostenibilità e, lungo questo percorso, per il materiale cartone. Propone un’idea di design ecologico da cui nascono prodotti e allestimenti, fino alle realizzazioni di una cucina e una stanza giochi per bambini interamente in cartone. Espone Qu Family, famiglia di arredi in cartone alveolare costituita da forme uguali sovrapposte che, in funzione dell’altezza (numero di strati), diventano sgabelli, sedute, comodini, tavolini da caffè, poggiapiedi o elementi d’arredo.

Luca Scarpellini useDesign, designer, espone trash_id, in cui “trash” sta per spazzatura e “id” per industrial design. trash_id è il primo approccio di useDesign alla produzione in serie dei suoi prodotti, ecologici, divertenti, emozionali. Il cartone e le pagine di vecchie riviste sono i materiali scelti per realizzare una serie di orologi da parete e da tavolo.

Roberto Bertazzon, pittore, scultore e conceptual designer, con sede a Castello Roganzuolo-Treviso e Parigi, dal 1995 ha tenuto mostre personali in Italia, Europa, Asia, Sud America e Stati Uniti. Su invito della Planet Life Economy Foundation ha aderito al manifesto di Art. Co. -Arte Compatibile. Con le sue installazioni e performance ha attivato una campagna informativa e di sensibilizzazione per la difesa del territorio e dell’ambiente. Espone alcune della sue inimitabili rane, che porta a vessillo della protezione della biodiversità: per Milano Green Festival le rane di Bertazzon rigorosamente in cartone.



I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info