21/09/2015

“IN SAFFA”: una mostra dedicata all’azienda storica

Un’esposizione che vuole mettere in luce gli elementi che hanno contribuito a creare la fama della società fondata nel 1860 per richiamare alla memoria del pubblico non solo i ricordi di un passato in cui il profumo dei cerini e dei minerva pervadeva gli ambienti del focolare, ma soprattutto il valore di una realtà produttiva che ha rappresentato per il territorio, i propri dipendenti e il settore di riferimento un modello da emulare. Non solo: l’ampio arco temporale coperto dalla presenza di SAFFA sul mercato ha fatto sì che l’azienda sia stata protagonista del passaggio dalla società agricola a quella industriale.

Organizzata dall’Associazione Culturale UrbanaMente di Magenta e il Comune di Magenta, in collaborazione con Reno De Medici, Comieco e il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo Da Vinci” di Milano, l’esposizione si snoda in un percorso di immagini tra storia, società e innovazione che racconta il ciclo di un’azienda che è stata modello di produzione e di sviluppo, di formazione e ricerca, di attenzione al sociale e alla sostenibilità.

La mostra si tiene a Magenta, da venerdì 25 settembre fino al 25 ottobre 2015 nei locali della mostra Spazio BPM - Via Pusterla 7/8 angolo Piazza Formenti.

Tra i promotori del progetto anche Comieco, che da 30 anni garantisce il recupero e riciclo di carta e cartone in Italia promuovendo l'adozione di comportamenti sostenibili e attenti all’ambiente. Gli stessi valori si ritrovano nella storia di SAFFA, che, in anticipo sui tempi, ha introdotto in azienda sostenibilità e riciclo e, come Comieco, è stata pioniera nell’adozione di una scelta necessaria e virtuosa allo stesso momento. Lo scarto, il rifiuto, diventa risorsa, nella storia di SAFFA come in quella di Comieco. Con SAFFA, infatti, Comieco ha lanciato nel 1992 il primo progetto a Milano, progetto Cartesio, per la raccolta differenziata di carta e cartone, il cui successo ha permesso di estendere a livello nazionale la raccolta differenziata. In 30 anni di attività di Comieco, tutta la filiera del riciclo di carta e cartone si è impegnata affinché beni preziosi come carta e cartone non vadano sprecati perché da una corretta gestione dei rifiuti, cellulosici nel nostro caso, derivano indubbi vantaggi per l’ambiente, per l’economia e per l’Italia intera. Dalla costituzione del Consorzio, nel 1985, la raccolta differenziata di carta e cartone è passata da 300 mila a 3 milioni di tonnellate, con previsioni positive anche per il 2015.

La mostra, inoltre, è stata organizzata con il supporto del Gruppo Reno De Medici, uno dei maggiori operatori del mercato mondiale del cartone da riciclo, che basa il proprio modello di sviluppo sui concetti di efficienza e di sviluppo sostenibile, in perfetta continuità, quindi, con SAFFA, alle origini della sua storia. Già nel 1926, infatti, SAFFA dava inizio a produzioni ‘secondarie’ che reimpiegavano gli scarti della lavorazione principale in un’ottica di sostenibilità e di riciclo, ed oggi il sistema di produzione d’imballaggio a base cellulosica basato su materiale riciclato adottato dal Gruppo Reno De Medici gli consente di garantire numerosi benefici per la collettività in materia ambientale, economica e sociale, mantenendo, allo stesso tempo, i più elevati standard tecnologici e di qualità del prodotto.
Per saperne di più:
Facebook "Mostra in staffa"
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info