02/04/2007

Interpellanza parlamentare sulla carta da macero

 

Il 6 marzo scorso è stata presentata un'interpellanza al Ministro dell'ambiente con la quale gli on.li Giovanardi e Volontè chiedono quali provvedimenti il Governo intenda mettere in atto per modificare la normativa tecnica vigente (DM 5 febbraio 1998 sulle procedure semplificate di recupero dei rifiuti non pericolosi) che prevede l' “assenza” di formaldeide e fenoli nella carta da macero a valle di operazioni di recupero.

Gli interpellanti evidenziano come la prescritta assenza sia contraddittoria rispetto alle disposizioni di carattere sanitario (DM 21.3.1973) e ambientale (Ecolabel), che ammettono la formaldeide nelle fibre vergini, anche se con una regolamentazione estremamente rigorosa.  

La formaldeide trova impiego nella fabbricazione di resine, adesivi, vernici, rivestimenti ma anche in prodotti per l’igiene e per la manutenzione della casa, oltre a insetticidi e antitarme.
Occorre infatti evidenziare che la formaldeide è presente a basse concentrazioni nella maggior parte dei microrganismi e si produce a seguito di molti processi naturali (ad esempio combustione di biomasse).

Per quanto riguarda i fenoli, sono utilizzati come intermedio di sintesi per la presenza di prodotti chimici come resine, alchilfenoli e nitrofenoli. La degradazione della lignina porta alla produzione di derivati fenolici. Resine fenolo/formaldeide sono inoltre usati come agenti di ritenzione, mentre gli alchilfenoli sono una classe di tensioattivi. La biodegradazione di questi composti può portare alla formazione di nonilfenolo, la cui concentrazione limite è l’0,1% in massa dal 1° gennaio 2005 (direttiva 2005/53).

Ne deriva, secondo gli interpellanti, che la disposizione riguardante la formaldeide deve essere adeguata introducendo un limite che, pur garantendo sotto il profilo ambientale, sia certo e verificabile.

L'interpellanza è stata discussa il 29 marzo in Aula alla Camera alla presenza del sottosegretario all'ambiente Laura Marchetti.

In allegato il testo dell'interpellanza e la discussione in Aula.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info