26/02/2017

L'Espresso: "Quel senso profondo nella cellulosa"

"Il contrordine era nell'aria. Se è vero che la tecnologia - come tutte le  grandi  invenzioni  dimostrano - non precede le abitudini, ma intercetta i cambiamenti sociali e fa uno scatto  per  andare  loro  incontro,  la battuta d'arresto era prevedibile: almeno a guardare l'effetto sul pubblico di un'affascinante mostra per appassionati, diventata un evento prolungato per gran parte del 2016: l'esposizione veneziana dedicata al tipografo Aldo Manuzio..."

In allegato l'articolo completo
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info