Comieco è a Torino fino al 20 novembre, per promuovere l’importanza del riciclo di carta e cartone nel cluster “Rifiuti Zero” di “Stazione Futuro – Qui si rifà l’Italia”, una grande mostra che nell’ambito delle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia, punta i riflettori sull’Italia che vorremmo tra dieci anni.

6 mesi, 6 laboratori e 1 allestimento speciale, per toccare con mano le mille forme che possono assumere carta e cartone. In occasione della grande esposizione dedicata a tutte le idee e i progetti che cambieranno la vita degli italiani nel corso dei prossimi dieci anni, il Consorzio mostra ai visitatori che, se raccolta bene e riciclata correttamente, “la carta ha futuro”.

 L’obiettivo? Contribuire a “rifare l’Italia” partendo dalle energie creative che già oggi possono contribuire alla costruzione di un domani migliore, fatto di oggetti di uso comune ed espressione di creatività tutta made in Italy ma anche di nuovi imballaggi cellulosici innovativi. Per questo motivo, oltre allo scenografico allestimento realizzato in cartone riciclato e riciclabile e ai prodotti di design e artigianato esposti, Comieco mette “in mostra” una selezione dei progetti presentati al Concorso ExpoPack: esempi concreti di creatività, tecnologia e sperimentazione dell’imballaggio in carta e cartone in quello che sarà il prossimo appuntamento internazionale più importante per il nostro Paese: Expo2015.

Si comincia giovedì 23 giugno col progetto “Design fai da te”, pensato per ragazzi e bambini. 3 sessioni di circa 2 ore per mostrare che, partendo dal recupero di carta e cartone usati, si può realizzare un oggetto funzionale personalizzato da ciascun “allievo”.

Mercoledì 6 e giovedì 7 luglio è la volta del “Laboratorio Bicipulper”: pedalando su una speciale bicicletta si aziona  un “pulperino” che, come quello di una vera cartiera, impasta pezzi di carta e acqua per produrre il macero che darà vita a nuova carta. Aggiungendo fili o foglietti colorati, l’impasto verrà messo prima sotto una pressa poi asciugato, ed infine sarà possibile personalizzarlo e portarselo a casa.

Dopo la pausa estiva, giovedì 8 settembre si presenta “Siamo tutti mastri cartai”, dove i partecipanti realizzeranno il proprio foglio di carta filigranato seguendo l’antica tecnica di produzione tramandata dai Mastri Cartai fabrianesi. Il Mastro Cartaio guiderà ragazzi e bambini per tutte le fasi della lavorazione: dall'impasto di cotone ai preziosi fogli di carta filigranata finita. All’interno del laboratorio, saranno utilizzati macchinari del tutto simili a quelli usati nella cartiera del Museo per la fabbricazione della carta a mano.

Il programma degli appuntamenti prosegue sabato 8 ottobre con “Laboratorio cartone animato”, un laboratorio manuale combinato con la tecnologia: partendo dal recupero di carta e cartone usati verranno creati personaggi, sceneggiatura e quanto necessario a realizzare un cartone animato con la tecnica stop motion.

Si conclude sabato 5 novembre con “Origami design”: un appuntamento dedicato a carta ed arte, ispirato alle meditazioni attive delle Arti Zen, un laboratorio orientato in modo specifico sulle applicazioni dell’origami nella progettazione di forme e oggetti di design.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info