15/06/2021

La pasta italiana sceglie il sacchetto in carta

I sacchetti di carta sono popolari tra i consumatori e i retailer. Sono quelli monomateriale per la frutta oppure quelli riciclabili per i biscotti in materiale poliaccoppiato a prevalenza cellulosica. Oppure quelli per il pane che oggi vivono una nuova giovinezza e sono tutt'altro che privi di innovazione.
Sugli scaffali della GDO fanno tendenza i pack per alimenti secchi, come la pasta che si spingono verso soluzioni facilmente riciclabili, basti pensare che tra le tipologie di imballaggio che hanno ottenuto la concessione del marchio RICICLABILE CON LA CARTA – Aticelca® 501 il 20% è rappresentato dai sacchetti a prevalenza carta.

Le aziende produttrici di pasta stanno quindi sperimentando per i loro prodotti Made in Italy nuovi accoppiati e soluzioni di imballaggio (con o senza finestrella trasparente) al fine di ricevere una valutazione positiva dall'industria cartaria del riciclo che premia il minor uso di colle, lacche e trattamenti superficiali.

Consulta le altre innovazioni raccolte nella banca dati Best Pack di Comieco, qui i sacchetti per il food packaging che hanno ricevuto premi in tutto il mondo per la loro sostenibilità.

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info