03/02/2012

Milanese e raccolta differenziata: maggior consapevolezza su importanza e benefici

In occasione della consegna del premio Panettone d’Oro 2012, sono stati resi noti i risultati di un’indagine sul Senso Civico dei Milanesi, condotta da Ipsos per Comieco e un cartello di associazioni civiche dalla quale è emerso, tra l’altro, che i milanesi – oggi più sensibilizzati all’argomento – hanno una consapevolezza maggiore dell’importanza e dei benefici della Raccolta Differenziata.

La percezione della raccolta differenziata come indicatore di senso civico, inoltre, è cresciuta rispetto allo scorso anno, passando da un 81% del 2011 e arrivando all’84% attuale contro un più basso 16% del campione che rimane convinto che sia semplicemente un sistema utile per lo smaltimento dei rifiuti.

In generale, però, anche quest’anno, come nelle passate edizioni, è emerso come i milanesi siano consapevoli di non brillare per senso civico: il 64% fa ‘mea culpa’  (VS il 67% del 2011) e ben il 43% ritiene che per migliorare la cultura civica occorra educare maggiormente al rispetto della collettività, oltre a reprimere i comportamenti non civici (18% VS il 15% del 2011) come l’evasione fiscale, considerata dalla maggior parte del campione come l’aspetto più critico a livello di convivenza civile.

In questo scenario, la sensibilizzazione e la consapevolezza sempre crescente alla raccolta differenziata, sono evidenziate, comunque, da una nuova conferma.
Se da una parte il 39% degli intervistati è consapevole che la raccolta differenziata, oltre ad educare al pensiero collettivo (28%), contribuisca a diminuire l’inquinamento, dall’altra emerge un nuovo dato, altrettanto importante: il 27% dei milanesi ha infatti compreso che grazie alla RD la collettività risparmia. Oggi per 6 cittadini su 10 è migliorata l’importanza attribuita alla differenziazione dei rifiuti (% delta migliorate – peggiorate: il 50% nel 2012, mentre nel 2011 era il 44%).

Il 2012 segna dunque dal punto di vista della raccolta differenziata una piccola svolta. Ben il 63% degli intervistati pensa infatti che sia aumentato l’impegno quotidiano dei cittadini nel differenziare anche grazie ad una conoscenza più diffusa del ciclo del riciclo: il 41% sostiene infatti di sapere come viene utilizzato il materiale raccolto in modo differenziato.

Numeri importanti, questi, che, associati ai dati relativi al volontariato sociale presente in città (il 16% dichiara di svolgere attività di volontariato) e la propensione ad aiutare chi ha bisogno (attraverso l’impegno diretto, 13% o un contributo economico, 27%), sono indubbiamente segnali positivi anche nei confronti del futuro: per il 44%, infatti, Milano nei prossimi anni sarà una città senza dubbio migliore!

Secondo quanto è emerso dall’indagine Ipsos per Comieco, infine, è cresciuto anche il senso di appartenenza dei milanesi all’Italia (+ 5% rispetto la scorsa edizione, forse anche grazie alle celebrazioni dedicate ai 150 anni), seguito dal Comune (al 18%) e dalla Regione (al 8%).

L’edizione 2012 della ricerca restituisce in sostanza la fotografia di una città meno chiusa in sé stessa rispetto al 2011. La maggioranza degli intervistati dichiara di aver fiducia nella possibilità che gli abitanti del proprio quartiere possano collaborare per la soluzione di un problema comune. Ed è proprio da collegarsi ad un maggior rispetto della collettività che, quest’anno, l’aspetto più critico a livello di convivenza civile, risulta essere l’evasione fiscale (34%) – grazie anche alla stretta attualità – seguito dall’offrire bustarelle in cambio di favori (29%).


Il Riconoscimento alla virtù civica «Panettone d'oro» nacque a metà degli anni '90 per iniziativa del Coordinamento Comitati Milanesi, come premio per le persone che si erano distinte per le loro virtù civiche.
La XII edizione del Premio è realizzata in collaborazione con Comieco, Coordinamento Comitati Milanesi, Assoedilizia, Il Giorno, Associazione Stak, Amici di Milano, City Angels, Legambiente.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info