27/04/2017

Paper plotter

Ecco un altro progetto molto interessante che unisce cartone e tecnologia.
Oggi intervistiamo Niklas Roy da Berlino, che durante un workshop all'Università di Arte e Design di Offenbach, ha creato assieme agli studenti una serie di computer e un plotter di cartone, che può essere programmata con dei codici e, grazie a ingranaggi e congegni di cartone, scrive e disegna.

Ciao Niklas, vuoi presentarti ai nostri lettori?
Ciao, sono Niklas e sono un artista che costruisce macchine, istallazioni e dispositivi di diverso tipo a Berlino.

Raccontaci del Cardboard Computer Workshop, che hai tenuto all'Università di Offenbach?
Mi capita spesso di tenere laboratori artistici e all'Università di Offenbach ho proposto un workshop sull'ideazione e costruzione di computer fatti di cartone. I risultati sono stati molto diversi; alcuni studenti hanno realizzato delle porte logiche davvero funzionanti. La porta logica è il mattoncino fondamentale a partire dal quale si possono costruire dei veri computer, combinandone milioni. Altri studenti hanno invece approcciato il tema in modo più ludico e hanno costruito dei videogiochi.


Wow! Tra i progetti degli studenti ci sono un clock, l'unità fondamentale per sincronizzare i processi logici di qualunque computer, costruito con del nastro adesivo come peso e in grado di contare con un display cilindrico; oppure un videogame con una macchinina che deve evitare degli ostacoli, un lettore di schede perforate o una macchina in grado di trasformare la musica di uno smartphone in impulsi luminosi. Tutto rigorosamente in cartone. Parlaci invece del plotter di cartone, che, programmata con dei codici, è in grado di scrivere e disegnare.
Durante il workshop, con tutto quel materiale disponibile, mi è venuta la voglia di fare qualcosa anch'io. Così è nato il plotter di cartone, che è basato su di un meccanismo a cui stavo già pensando da tempo. Volevo infatti costruire una grande istallazione, una Macchina Pittrice Pubblica, così mi è parso una buona idea di provare il meccanismo in scala più piccola con il cartone.

Perché hai scelto di usare il cartone?
Il cartone è un materiale familiare per tutti. Siamo tutti degli esperti nell'uso del cartone, perché impariamo a conoscerlo sin dall'infanzia. Essere esperti nell'uso del materiale ti consente di concentrarti sull'idea e su quello che vuoi realizzare.

Quali sono le proprietà del cartone che apprezzi maggiormente? E quali sono i suoi punti deboli?
Durante il workshop abbiamo impiegato un cartone relativamente costoso, il cartone di pasta di legno che si usa per i modellini in architettura. È un materiale molto robusto, con prestazioni simili a quelle del legno, ma che può essere facilmente tagliato con un taglierino o altri strumenti semplici. Anche il materiale costa poco se lo paragoni ad altri materiali da faidate come il poliplat. È il materiale perfetto per una prototipazione veloce. Durante il workshop abbiamo anche imparato che si possono costruire componenti incredibilmente resistenti, bagnandoli con la colla. É stato un accorgimento che ci è stato utile per realizzare gli ingranaggi più piccoli.

Siete stati ispirati da altri progetti in cartone, anche provenienti da settori diversi?
Ci siamo ispirati ai primi computer elettromeccanici costruiti da Konrad Zuse all'inizio del secolo scorso e da meccanismi di carta usati per i libri pop-up. Come fonte di ispirazione ho mostrato agli studenti proprio un favoloso libro pop-up sui personal computer.

Alcune persone considerano la carta e il cartone materiali poveri. Pensi che il cartone possa essere impiegato sempre più comunemente per applicazioni innovative nel futuro e anche per produzioni industriali su larga scala?
Penso che la carta abbia un'importante storia e un grandioso futuro. Chissà quali applicazioni per la carta ci saranno che non riusciamo nemmeno ad immaginare oggi?













Royrobotiks Niklas Roy Scheffelstr. 9 10367 Berlin – Germany

Potresti essere interessato a:

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info