04/10/2005

Penisola Sorrentina - Rifiuti: sale al 27% la quota di raccolta differenziata

Sorrento ha superato al meglio l’emergenza rifiuti anche quest'estate, con una notevole performance sulla raccolta differenziata, che in media ha superato il 27 per cento. Ancora una volta a Sorrento sono stati i mesi di giugno, luglio ed agosto a segnare nuovi record nella raccolta differenziata, passando dalle 150 mila tonnellate di gennaio alle quasi 482 mila tonnellate dell'agosto scorso.
Nel complesso a Sorrento, in tre mesi, sono stati differenziati oltre 1.300.000 kg di rifiuti, alla media di oltre 15 tonnellate al giorno. Record hanno segnato le raccolte delle singole frazioni: 60 tonnellate di cartone a luglio, 223 tonnellate di "umido" e 27 di carta ad agosto. Soprattutto i dati per la carta hanno segnato ottimi risultati in coincidenza con l'accattivante campagna di comunicazione estiva del consorzio nazionale Comieco.
Una serie di dati annunciati con entusiasmo dalla Penisola Verde, società mista sorrentina che gestisce la raccolta dei rifiuti.
I dati consuntivi dei primi otto mesi dell'anno infatti sono più che eloquenti. "A fronte di un aumento del monte complessivo dei rifiuti - spiega il direttore Luigi Cuomo - si è registrata una diminuzione dei rifiuti indifferenziati conferiti agli impianti di Cdr, confermando la tendenza degli ultimi anni, in cui la nostra cittadina si è distinta per una massiccia campagna di sensibilizzazione per la raccolta differenziata."
Così la media complessiva annuale è salita a Sorrento al 27,3 per cento, con i dati di giugno, luglio ed agosto costantemente attestati sopra il 31 per cento. E questo in un periodo in cui è stata avviata una solida collaborazione con le attività turistiche, i ristoranti e i bar per smaltire rapidamente e con la raccolta due volte al giorno l'umido e la frazione "multimatieriali".
Si tratta di un trend che assume maggiore rilevanza anche dal punto di vista economico, visto che il commissariato straordinario per l'emergenza rifiuti, Corrado Catenacci, ha annunciato l'intenzione di multare in maniera proporzionale tutti i comuni che non raggiungeranno il 30 per cento di raccolta differenziata.
"Tali dati sono molto confortanti - commenta il neo presidente Franco De Angelis - specie se si considera il delicato momento in cui sono stati ottenuti ed hanno consentito alla città di Sorrento di superare i momenti delicati con qualche preoccupazione in meno. Puntiamo, però, a migliorare ancora e a coinvolgere anche chi ancora non partecipa alla raccolta differenziata. Già dalle prossime settimane - sottolinea - abbiamo intenzione di mettere in campo delle nuove iniziative per convincere anche i più scettici a partecipare attivamente alla raccolta differenziata, ad esempio collocando sul territorio campane e contenitori stradali nelle quali sarà possibile scaricare i materiali differenziati".
Mino Esposito
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info