07/07/2009

RICOSTRUIRE IL FUTURO: dalla crisi e dal terremoto le sfide della nuova Italia

Contro la crisi, oltre la crisi. È una sfida che l’Italia può vincere se saprà cogliere nelle caratteristi che del suo sistema produttivo, delle sue qualità territoriali le radici di una scommessa sul futuro.
La ricostruzione de L’Aquila e del suo territorio è oggi parte importante di questa sfida. Una prova impegnativa e difficile che richiede coesione sociale, sussidiarietà, visioni e progetti condivisi per poter chiamare a raccolta le forze, i saperi e i talenti abruzzesi.
L’Italia, come l’Abruzzo, ha bisogno di essere messa in rete, raccontata, rappresentata per quello che è, di riconoscersi in un progetto comune per essere più consapevole della propria forza, più orgogliosa e più sicura del proprio futuro.
A partire dalla green economy che già oggi è il terreno di molte imprese e territori italiani che hanno puntato sulla qualità, dimostrando così quanto per il nostro paese sia conveniente un forte investi mento sulle fronti ere della conoscenza, nei settori più attivi e creativi, dall’innovazione tecnologica al risparmio energetico, alle fonti rinnovabili.
Di quali alleanze e strategie sviluppare per ricostruire il futuro dell’Italia e dell’Abruzzo discuteranno reti, istituzioni, imprenditori ed esponenti del mondo della ricerca e della cultura nel Seminario Estivo di Symbola che quest’anno si terrà a Guardiagrele, nello splendido scenario del Parco nazionale della Majella, e a Chieti.

I TEMI DEL SEMINARIO

Venerdì 17 Luglio
Guardiagrele (CH), Chiesa San Silvestro
- L’Abruzzo delle qualità territoriali
- Green economy: esperienze e prospettive 

Sabato 18 Luglio
Chieti , Teatro Marrucino
- Ricostruire il futuro. Un nuovo Abruzzo per una nuova Italia
Data la limitatezza dei posti si prega di confermare la propria presenza.
Per informazioni rivolgersi a:

Symbola - Fondazione per le Qualità Italiane
tel 06 45430941 
fax 60 45430944 
info@symbola.net
www.symbola.net
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info