23/12/2005

Separate la carta dei regali dagli altri rifiuti e avrà nuova vita

Lo raccomanda il Comieco: anche il cartone può rinascere sotto forma di nuovi imballaggi E basta poco per fare molto

Carta, cartoni, imballaggi: Natale è il periodo dell'anno in cui abbiamo il maggior utilizzo (e di conseguenza anche il maggiore spreco) di carta, che troppo spesso finisce in discarica assieme al resto della spazzatura. Carta e cartone possono invece essere utilmente riciclati e utilizzati per produrre nuovamente imballaggi e confezioni, in un circolo virtuoso che permette di «risparmiare la vita» a un gran numero di alberi.
Il vademecum degli esperti. Per questo il Comieco (Consorzio Nazionale per il recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica) ha promosso una campagna di sensibilizzazione per convincere gli italiani a un uso più intelligente della carta. Bastano infatti pochi e semplici accorgimenti per consentire il riciclaggio ed evitare un inutile spreco. In Italia la sensibilità a questo argomento invece non è ancora sufficientemente alta: i dati sulla raccolta differenziata variano notevolmente da regione a regione, da zona a zona, a seconda dell'effetto delle campagne di sensibilizzazione. Un comportamento virtuoso continuativo consentirebbe invece dì risparmiare notevolmente la produzione di cellulosa dagli alberi ma anche di risparmiare sul costo dello smaltimento dei rifiuti "normali". Ecco quindi il piccolo vademecum presentato dagli esperti.
Dividete tutto. In occasione dell'apertura dei regali piegate e conservate separatamente carta da pacchi e cartoni da imballaggio, magari sistemandoli da subito in sacchetti di carta o scatole di cartone che possono poi essere utilizzate per portare la carta: nelle campane di raccolta o per metterla fuori di casa nei Comuni in cui viene effettuata la raccolta porta a porta.
Occhio alla plastica. Fate attenzione a separare la carta dalla plastica che l'accompagna in molte confezioni (le scatole delle bambole e dei giochi, per esempio). Altrimenti il riciclaggio non andrà a buon fine,
Porta a porta. In caso di raccolta porta a porta informatevi sulla data in cui viene effettuata. Alcuni Comuni sono attivi già dal 26 dicembre, e quindi consentono di non ammassare in casa carte e cartoni per lungo tempo.
I bambini. Natale è la festa dei bambini. Sono loro ad aprire pacchi e pacchetti e sono loro a dover essere sensibilizzati per primi su questo tema.
I vicini di casa. Coinvolgere e sensibilizzare i vicini nella raccolta differenziata è sempre utile. Spesso la carta viene buttata via solo perché si ignora che è possibile raccoglierla separatamente e riciclarla. Non dimentichiamo che una direttiva UE prevede che si debba arrivare al recupero di almeno il 50 per cento dei rifiuti da imballaggio. Per fare questo Comieco ha in atto Convenzioni con 5.603 Comuni che coinvolgono oltre 47 milioni di italiani.
Daniela Fabbri
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info