13/12/2010

Si ricicla che è uno spettacolo

Arriva a Torino, il tour teatrale di “Una scelta di vita”, lo spettacolo che racconta a ragazzi e adulti il riciclo dei materiali cellulosici da un punto di vista “inedito”: come “scelta di vita”, appunto.

L’appuntamento è per il 13 dicembre ore 9:30 presso l’Istituto tecnico industriale “A. Avogadro” (C.so San Maurizio, 8). Lo spettacolo è organizzato da Comieco, in collaborazione con il Comune di Torino e Amiat.

 “Con questo spettacolo mi rivolgo soprattutto ai giovani” ha dichiarato Luca Pagliari, autore e presentatore dello spettacolo “cercando di costruire sul palco un rapporto interattivo. Non voglio mettermi in cattedra, né voglio atteggiarmi ad insegnante. Semplicemente cerco di trasmettere dei messaggi stando dalla parte di coloro che pensano che l’uomo non sia padrone assoluto del mondo e delle sue risorse.

La performance del giornalista utilizza racconti e video che mostrano le conseguenze delle scelte dei singoli e accanto alle loro storie prende corpo quella di una scatola di cartone usata che viene seguita nei due percorsi possibili: quello che la trasforma in un rifiuto avviato alla discarica o quello “virtuoso” che passando dalla raccolta differenziata e dal riciclo la riporta a nuova vita.

Il Comune di Torino si sta impegnando molto a favore della raccolta differenziata di carta e cartone” commenta Carlo Montalbetti, Direttore Generale di ComiecoNei primi 10 mesi di quest’anno in città sono state raccolte quasi 47mila tonnellate di carta e cartone, derivanti dal circuito domestico. Un dato molto importante considerando che si tratta di “raccolta di qualità”: nel 2010 infatti nella raccolta differenziata di carta e cartone è stato riscontrato l’1,57% di frazioni estranee, con un deciso miglioramento rispetto agli ultimi anni (nel 2007 la percentuale di impurità era del 3,16%)”.

A Torino, la raccolta differenziata della carta e cartone
, come la gestione di tutto il ciclo dei rifiuti, è svolta da Amiat.
A Torino la raccolta differenziata di carta e cartone è diventata un gesto spontaneo ed istintivo, essendo attiva in città fin dal 1976" dichiara Diego Cometto, direttore generale Amiat "Dal 1995, poi, il sistema di raccolta è diventato porta a porta, attraverso i contenitori gialli presenti in ogni edificio torinese. Amiat partecipa sempre con interesse alle iniziative di sensibilizzazione rivolte al pubblico, specie se destinate ai giovani, depositari del futuro nostro e del nostro pianeta”.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info