10/05/2021

“Trasc, riciclo e carton” nella collana editoriale di Corriere della Sera sulla saggezza popolare milanese

Comieco sostiene il progetto editoriale di RCS - Corriere della Sera che riscopre e valorizza la saggezza popolare milanese nella quale i proverbi sono la voce dell’esperienza e non sbagliano mai perché ghe voeur cent’ann a fai.
I milanesi hanno sempre prestato massima attenzione a non sprecare, a riutilizzare il più possibile le “cose”: Tutt ven a taj, anca i ong per pela l’aj (tutto arriva a proposito, anche le unghie per sfogliare l’aglio).
Anche per questo non stupisce che Milano sia, con Vienna, la città più “riciclona” d’Europa.
L’invito alla sostenibilità ha radici antiche e il dialetto ne esalta l’applicazione: così oggi giornali, riviste, packaging, vengono raccolti dal Comune di Milano e finiscono in cartiera perché hin semper i strasc che và a la fola (sono sempre gli stracci che vanno nella fola, il pentolone delle vecchie cartiere).

Oggi carta e cartone di recupero sono la materia prima con cui, grazie al riciclo, si produce nuova carta. È un modo per far rivivere qualcosa di utile, un po’ come il dialetto interprete della saggezza di rito ambrosiano.
Non solo proverbi ma modi di dire popolari e un dizionario per dipingere con ironia situazioni e casi della vita
Una collana di tre volumi in uscita a partire da oggi con Corriere della Sera ed. Milano realizzata anche grazie alla generosa collaborazione della Associazione Culturale Biblioteca Famiglia Meneghina - Società del Giardino che ha messo a disposizione i testi sulla lingua milanese conservati nella propria biblioteca.

I volumi sono in distribuzione gratuita con il Corriere della sera ed. Milano:

  • 14 maggio: Oh mia bella Madonnina
  • 21 maggio: Tiremm Innanz
  • 28 maggio: Mangia e tas
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info