06/10/2006

Variazione del Contributo ambientale per carta e vetro

Il Consiglio di Amministrazione del Conai, nella seduta del 13 luglio u.s., prendendo atto della richiesta formulata dai due Consorzi interessati – Comieco e Coreve – ha deliberato di portare il contributo ambientale Conai, a partire dal 1° gennaio 2007 rispettivamente:
• per gli imballaggi in carta e cartone da 15,49 a 30,00 €/t
• per gli imballaggi in vetro da 5,16 a 10,32 €/t

Pur consapevole dell’entità dell’aumento deliberato, e del loro impatto sui conti delle imprese, si è ritenuto che, alla luce degli elementi raccolti e valutati dal Comitato Esecutivo prima e Consiglio di Amministrazione successivamente, tali aumenti non fossero più rinviabili oltre la data del 1° gennaio 2007.

E’ infatti da sottolineare che le risorse economiche richieste ai Consorziati, e messe a disposizione dei Consorzi di filiera Comieco e Coreve, per coprire i costi della raccolta differenziata e dell’avvio a riciclo degli imballaggi sono rimaste invariate dal 1998 per la carta e dal 2000 per il vetro.

Nel frattempo le quantità recuperate attraverso l’attività consortile sono passate da poche migliaia di tonnellate al momento dell’avvio del sistema a rispettivamente 925 mila tonnellate per la carta e 603 mila tonnellate per il vetro. Ciò a fronte di recuperi complessivi di sistema di oltre 7,7 milioni di tonnellate.
Un risultato che giustamente viene valutato come eccellente, rappresentando l’esperienza di recupero degli imballaggi attraverso il sistema consortile un successo non solo per i risultati raggiunti (obiettivi 2008 sostanzialmente già raggiunti nel 2005) ma anche per l’economicità complessiva della gestione.

L’incremento non è più differibile, avendo nel frattempo esaurite le riserve accumulate nei primi 3 anni di funzionamento, tenuto conto che la nuova direttiva europea e la legge nazionale di recepimento hanno incrementato gli obiettivi di recupero e che l’attività corrente deve comunque confermare gli impegni di ritiro dei materiali provenienti dai rifiuti generati dalle famiglie.

A ciò si aggiunga che esistono ancora talune zone del paese (Sud in particolare) ove la raccolta deve essere ancora organizzata e dunque sostenuta anche con interventi straordinari, non potendo il sistema consortile discriminare categorie di consumatori o aree geografiche.

In linea con quanto avvenuto in passato di non toccare il livello del contributo per un periodo sufficientemente lungo, il Consiglio di Amministrazione, avendo valutato la situazione e le prospettive con i Consorzi interessati, ritiene che i nuovi importi – sempre che non intervengano episodi straordinari - possano rimanere inalterati almeno per i prossimi tre/quattro anni.

Gli Uffici Conai, Comieco e Coreve, sono a disposizione per ogni ulteriore informazione o chiarimento verrà ritenuto utile, ai fini di una migliore applicazione della nuova disciplina consortile dal 1° gennaio 2007.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info