17/11/2012

Buone pratiche e nuovi prodotti per prevenire la produzione di rifiuti

Obiettivo della ricerca, commissionata da Comieco a Green Management Institute, è stato quello di evidenziare i possibili risparmi di rifiuti legati alla diffusione di nuovi prodotti, nuovi materiali e nuove pratiche. È stata quindi proposta una rassegna di 13 innovazioni di prodotto per le quali sono state evidenziate anche le riduzioni di rifiuti in termini di influenza sul packaging dell’innovazione di prodotto.

In una prima fase sono state individuate le principali strategie per la riduzione dei rifiuti in termini di innovazione di prodotto, riconducibili a due principali gruppi: interventi per la riduzione dei rifiuti pre consumo e post consumo.
Per quanto riguarda il primo gruppo si sono ricercati prodotti per i quali l’innovazione consiste nell’inserimento di materiale riciclato all’interno del prodotto. Per quanto riguarda il secondo gruppo le innovazioni hanno riguardato l’eliminazione dell’usa e getta, l’allungamento della vita del prodotto tramite strategie di disassemblaggio e sostituzione di una parte del prodotto, la sostituzione con materiali biodegradabili, la riduzione del peso del prodotto e gli interventi sui prodotti liquidi.

In secondo luogo, sulla base delle strategie individuate si è proceduto alla scelta dei prodotti e a definire una metodologia per l’analisi dei casi studio; per ogni caso studio è stato quantificato  il problema in termini di dimensione del mercato e produzione di rifiuti, si è quindi presentata l’innovazione e la relativa quantificazione dei benefici economici e ambientali.

Le innovazioni di prodotto presentate consentono un risparmio nella produzione di rifiuti pari a 4.493.361 tonnellate (la produzione di rifiuti urbani italiana è par a 32.500.000 tonnellate) e un risparmio economico pari a oltre 450 milioni di euro. In alcuni casi tale riduzione è dovuta anche alla riduzione del packaging connesso al prodotto.

In particolare, per le diverse tipologie di innovazioni trattate nel lavoro, possiamo concludere che per quanto riguarda l’eliminazione dell’usa e getta, i casi analizzati hanno dimostrato che dove questa è totale si ha anche una totale eliminazione del packaging di conseguenza. Dove l’eliminazione è solo parziale (sostituzione di una parte del prodotto) invece non si riscontra sempre una diminuzione in termini di packaging, anche se in termini di conteggio totale la riduzione di rifiuti resta significativa.
Le innovazioni che introducono prodotti biodegradabili invece normalmente non hanno riflessi sul packaging, se non nella misura in cui la biodegradabilità è sinonimo di una generale maggiore attenzione alla variabile ambientale, anche nelle scelte di packaging.
Allo stesso modo la riduzione di rifiuti pre-consumo attraverso l’inserimento di materiale recuperato all’interno del prodotto non comporta differenze in termini di packaging, ma grandi risultati in termini di risparmio di rifiuti.
Innovazione di prodotto e packaging invece sono strettamente correlati quando si parla di prodotti liquidi.

 


Con questo progetto Comieco partecipa

 

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info